CLUBS

Individuarne il look è come segnare la sua storia.

Individuare il tema del look per un Club è come coglierne la storia, se ne ha, e lo spirito dello scopo sociale che persegue riuscendo a coinvolgere tutti i membri nel "fanatismo" dell’ostentazione.
La delicatezza dell’operazione sta nel trovare l’equilibrio. Questa è la concezione di Bruno Piattelli che ritiene di fondamentale importanza definire le caratteristiche delle attività seguite da un Club sportivo. Seguendo questo equilibrio è necessario applicare alla funzionalità, la coerenza estetica dell’immagine adattandola alla relativa esigenza.

Un Circolo Canottieri di tradizione, nella fattispecie il Circolo Canottieri Aniene di Roma, stimola una creatività che sia capace di andare  oltre l’emblema e colori sociali per attendere alle forme, all’estetica dell’indumento, sia esso di rappresentanza che per lo sport applicato. Bruno Piattelli interviene pertanto con uno stile rappresentativo ed al contempo pratico. Colori, che solitamente rispecchiano il simbolo sociale, tessuti e linee degli abiti, sono tutti l'espressione globale di un indumento nato per chi ha un preciso compito.

Eleganti e pratici gli abiti sportivi realizzati per i clubs e le associazioni calcistiche offrono la soluzione migliore sia a livello estetico che di metodologia. Piattelli incontra l' ex presidente della Confindustria, Vittorio Merloni che in quegli anni ha di fronte a sè una sfida: la divisa per l'equipaggio di Futura, la barca sponsorizzata per l'America's Cup, e lo incarica di realizzare le divise per gli atleti di Futura pronti per la grande sfida velica.