MEMORIE E DESIDERI

Bruno Piattelli e l'editoria

Molti anni fa, con un giornalista amico, che seguiva una rubrica radiofonica, organizzammo un piccolo siparietto consistente in un semplice indovinello impostato in cose cognite italiane (lirica, musica leggera, personaggi storici o, meglio, episodi raccontati a personaggi, etc.). La trasmissione era per gli italiani all’estero.

Il premio, alla risposta esatta, consisteva in un prodotto del mio atelier. Le risposte positive erano decine; ma non contava il risultato di queste, quanto gli accorati sentimenti, attaccamenti, e memorie, denunciate, verso la terra natia. Una inchiesta non avrebbe dato risultati più tangibili e - senza retorica - più commoventi. Non ho mai più dimenticato l’esperienza. Con dei tecnici amici si è dato vita ad

un’agenzia di informazioni e all'editoria,quindi ci si può riavvicinare ai nostri connazionali all’estero usando della moderna tecnologia portando loro, in tempo reale, notizie, storie, realtà nazionali e informarli delle pubblicazioni che riguardino il nostro lavoro. Abbiamo iniziato con quello che riguarda l’enologia, un tema primario del nostro Paese, editando "la Guida dei migliori vini d’Italia”. Prosit.